Star

Jenson Button: conosciamo meglio il pilota della Brown Gp incoronato campione del mondo F1 2009

button_winsGioia e stupore per Jenson Button, il pilota campione del Mondo 2009 che ha portato i titoli mondiali di F1 a quota 10 per l’Inghilterra. Inglese DOC, nato il 19 gennaio del 1980 a Frome (contea del Somerset) ma residente a Montecarlo, Janson non smette di ripetere “Ragazzi, sono campione del mondo” come se, ancora incredulo, volesse convincersene lui per primo.

Scenario dell’incoronazione di Button è stata la pista di Interlagos, Gran Premio del Brasile, che sebbene abbia visto vincitore della gara dall’australiano Mark Webber su Red Bull, ha decretato Button e la Brawn Gp vincitori per punti con una settimana di anticipo dalla fine del campionato. A Button è bastato arrivare quinto per mettere le sua firma sul mondiale 2009, mentre il suo rivale, il compagno di squadra Rubens Barrichello, si è piazzato ottavo dopo essere partito in pole position.

E dopo la gara, per Button è stata grande festa, tra gli abbracci del padre e dei collaboratori della scuderia. Mancava solo la famosa e bellissima fidanzata Jessica Michibata, star delle passerelle di origine giapponese e compagna innamoratissima, tanto da decidere di restare a casa per non turbare la concentrazione di Janson.

Ma la festa per Button si è fatta sentire, in parte, anche in Italia, dove il campione ha trovato le prime opportunità di farsi notare come pilota di kart e dove ha scoperto la sua grande passione culinaria: la pizza! Come racconta l’ex campione Fabiano Belletti, talent scout che l’ha scoperto e portato alla ribalta, “Come molti piloti, all’inizio non aveva possibilità economiche. Nei mesi della gare abitava da me, a Campomicciolo, periferia di Terni. Mangiava e dormiva a casa di mia nonna. Lo facevano impazzire pizza e pasta, in particolare fettuccine e piatti tipici umbri. La sera andavamo alla pizzeria Il Tempio oppure a giocare al bowling”. Il ritratto di un ragazzo semplice e discreto, dunque, e di un gran lavoratore.

Giù il cappello allora per questo simpatico ventinovenne inglese, che forse ha trovato il segreto del suo successo proprio nella capacità di stare sempre con i piedi per terra. Un ragazzo che tra una corsa e l’altra ascolta tanta musica (soprattutto dance, ma anche Eagles e Pigeon Detectives), legge (ultimo libro “Interpretazione della morte” di Jed Rubenfeld), guarda tanti film (soprattutto quelli di Tarantino, che adora!) e che crede che il segreto per una vita felice sia avere tante persone fantastiche attorno e imparare a ridere di sé stessi.

Che altro dire su questo incredibile campione? Prova tu ad aggiungere qualcosa, lasciando un tuo commento sulla sua impresa oppure inventando la macchina che vorresti fargli guidare con Fantacar, il gioco di Autosprint su mypage.it.

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 2 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: