Star

Capodogli spiaggiati in Puglia avevano scambiato buste di plastica per cibo

capodoglio

Poco più di una settimana fa sette capodogli si sono arenati a Peschici, in Puglia, dove infine sono purtroppo morti. Nonostante i vani tentativi di ricondurli in mare, infatti, i grossi cetacei dopo alcuni giorni si sono spenti sulla spiaggia, perché i soccorritori non sono riusciti a riportarli al largo.

Ora gli studiosi stanno cercando di capire cosa sia successo a questi animali, che evidentemente hanno perso il senso dell’orientamento, prendendo la direzione della spiaggia, invece che del largo. La prima cosa emersa punta già il dito contro l’uomo e il suo scarso rispetto per il mare: si è appurato che i capodogli, scambiandoli per cibo, avevano ingerito buste di plastica, pezzi di corda, scatole e vari oggetti che erano stati buttati in mare da qualche incivile.

Purtroppo i grandi cetacei devono essere stati tratti in inganno dai sonar delle navi, che interferiscono con la loro ricerca di calamari, l’unico cibo di cui si nutrono, portandoli a mangiare cose che hanno scambiato per pesce, e che invece erano oggetti che non avrebbero dovuto essere in mare. Ancora una volta l’inquinamento (materiale e acustico) prodotto dall’uomo ha delle conseguenze sugli animali…una brutta storia per farci riflettere sull’importanza di rispettare l’ambiente.

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 2 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: