Star

Allenatori della Serie A: novità e conferme tra le star della panchina

A 2010 già bello che iniziato, continuano i fuochi d’artificio per gli allenatori del campionato di calcio Serie A. Tra esoneri, conferme e sanzioni, sembra che i commissari tecnici del campionato di calcio più bello del mondo non riescano a non far parlare di sé.

Come non parlare di Josè Mourinho, focoso commissario tecnico dell’Inter e uomo di spicco del nostro campionato? Chiamato in Italia per le sue indiscutibili doti professionali, ora Mourinho si è fatto notare anche per i suoi eccessi verbali e non solo. E’ di stamattina la notizia dell’ennesima sanzione contro i lui da parte della Federcalcio, che lo avrebbe deferito alla commissione disciplinare per violazione dell’articolo 1 del codice di giustizia sportiva. Il tecnico neroazzurro, secondo la Federcalcio, sarebbe colpevole di “aver espresso, nei confronti del giornalista sportivo Andrea Ramazzotti, frasi ingiuriose” e di averlo “afferrato per gli avambracci” dopo la gara Atalanta-Inter del 13 dicembre scorso (fonte: Ansa).

E’ una storia tutta nuova invece quella che si appresta a scrivere Bortolo Mutti, che domani sarà ufficialmente presentato al centro Bortolotti di Zigonia come nuovo allenatore dell’Atalanta. Frutto di un’attenta scelta da parte del Presidente Alessandro Ruggeri, Mutti sostituirà l’esonerato Conte sulla panchina della squadra bergamasca. Un attestato di fiducia non da poco, dato che il presidente atalantino avrebbe potuto scegliere tra altri grandi pretendenti al posto come Reja, Sonetti e soprattutto Cagni (il più sognato dai tifosi nerazzurri). La sfida che Mutti si troverà a fronteggiare non è comunque tra le più semplici: restituire compattezza ad una squadra che sin dall’inizio della stagione non ha mai abbandonato le ultime posizioni in classifica, e che disputerà il suo prossimo match contro un’avversaria non da poco, la Lazio.

Sembra invece destinata a continuare la storia di Ciro Ferrara alla Juventus. A un giorno dalla pesante sconfitta contro il Milan, che ha praticamente chiuso il discorso scudetto e che rischia di incidere pesantemente anche sulla qualificazione alla Champions League, la società bianconera conferma la sua fiducia al tecnico partenopeo e al suo progetto. Tra le ragioni di tale scelta potrebbe incidere anche la momentanea indisponibilità di alternative valide, soprattutto per quanto riguarda il tecnico russo Hiddink (ingaggio troppo alto) e Zoff (da troppo tempo lontano dai campi di calcio), ma resta i fatto che la società sembra credere ancora nelle potenzialità del suo ex giocatore. Come traspare dalle parole dell’ex presidente della Juve Giovanni Cobolli Gigli “I dirigenti devono prendere con calma le loro decisioni, ma sono convinto che Ferrara sia un ragazzo che ha tutte le possibilità di rimettere in moto la squadra“. Parole che pesano, soprattutto a un giorno dall’appuntamento di Coppa Italia contro il Napoli.

Come giudichi il comportamento di Mourinho e le scelte di Atalanta e Juventus? Lascia qui il tuo commento.

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 1 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: