Star

Justin Bieber racconta l’infanzia in First Step 2 Forever (e nuove immagini dal My World Tour)

Justin Bieber tra palco e realtà. La prossima settimana negli Stati Uniti e nel Regno Unito esce First Step Up 2 Forever, il libro che ci porta dietro le quinte del My World Tour grazie alle foto di Robert Coplin e in cui Justin Bieber racconta la sua straordinaria storia. Ti abbiamo già mostrato alcune foto in anteprima dal libro (clicca qui se te le sei perse). Oggi andiamo alla scoperta dei contenuti di First Step 2 Forever grazie al News of The World che pubblica in anteprima alcuni frasi dal libro. Justin Bieber dichiara: “Se fossi a casa e non stessi facendo questo desidererei essere in questa posizione. Ora che sono qui a volte vorrei tornare indietro e rilassarmi”.

Nel libro Justin ricorda la sua infanzia: “Quando ero piccolo desideravo una vita ‘normale’ con una famiglia ‘normale’. Mia mamma si faceva il mazzo in qualsiasi lavoro riuscisse a trovare per permetterci di avere un tetto sulla testa. Non c’erano lussi, ma non ho mai pensato che fossimo poveri. C’eravamo l’uno per l’altra e questo era tutto”. Patty invitava a casa persone interessanti con una sensibilità artistica, che hanno fatto conoscere la musica a Justin Bieber. Justin racconta anche di aver avuto un piccolo problema con la polizia: “Io e un amico eravamo usciti di casa alle due del mattino per andare in giro in bici, ma i poliziotti ci hanno beccato e riportato a casa. Mia mamma non ha avuto problemi, ma sono stato in punizione per un paio di settimane. Questo però mi ha dato modo di lavorare sui miei riff di chitarra”.

Nel libro First Step 2 Forever Justin Bieber rivelerà anche i suoi scontri con i bulli: “Sfortunatamente per loro mio padre è un ex lottatore professionista che mi portava con sé ai suoi allenamenti. Non sono un combattente di natura, ma se qualcuno mi colpisce, io lo colpisco più forte”. In effetti il primo video con Justin Bieber protagonista apparso su YouTube non lo vedeva nelle vesti di musicista, ma durante una rissa a scuola: “Nessuno si fece davvero male ma nel video sembra che siamo nel gioco Mortal Kombat”.

Justin Bieber ha anche suonato in strada per raccogliere un po’ di denaro: “Mia mamma non era sicura, quindi ha insistito perché il nonno sedesse in un’auto lì vicino. Dopo un paio d’ore avevo raccolto 200 dollari. Mi sentivo come se avessi scoperto una miniera d’oro. Alla fine della giornata nella cassetta ho trovato un biglietto che diceva: ‘Sei carino, chiamami. Con amore Tiffany’ e il suo numero di telefono. Avevo 12 anni”. Justin era un rubacuori fin dall’inizio :-D

Justin Bieber per il News of the World sarà anche protagonista di una video-intervista dal backsatge del My World Tour. Qui sotto puoi vedere l’anteprima e una serie di foto scattate dal giornale e tratte dal libro First Step 2 Forever.

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 53 )

1 2 3 6

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: