Star

Studio Ghibli: annunciato il nuovo film di Goro Miyazaki

Mentre noi aspettiamo Arrietty, per il pubblico giapponese è già arrivato il momento di conoscere i dettagli del prossimo film del pluripremiato Studio Ghibli.
Questa volta a dirigere non sarà Hayao Miyazaki, che ci ha già regalato pellicole come La città incantata e Porco rosso, ma il figlio Goro, già alla regia di I racconti di Terramare.

Questo nuovo film d’animazione si intitolerà Kokuriko-Zaka Kara (dalle colline di Kokuriko) ed è tratto dall’omonimo manga degli anni 80 pubblicato sulla rivista Nakayoshi, la stessa che ha ospitato per ben 6 anni le avventure di Sailor moon e le guerriere Sailor e titoli importanti per il mondo del fumetto e dell’animazione come Candy Candy, Lisa e Seiya, Terry e Maggie, Hallo Spank, Mila e Shiro, Sakura, Rayearth, le principesse sirene, Tokyo Mew mew, Pretty cure e tanti altri.

Il manga è raccolto in un solo volume (per l’occasione ristampato con una fascetta che dice: “Consigliato da Hayao Miyazaki”) e la sua disegnatrice è Chizuru Takahashi, semisconosciuta qui in Italia autrice di storie per ragazze delicate e romantiche.
La sceneggiatura del manga è di Tetsuro Sayama.
Ma di cosa parla questo manga? La storia è ambientata nel 1963, ben un anno prima delle olimpiadi di Tokyo e narra la storia di Komatsuzaki, una ragazza il cui padre marinaio è disperso in mare, la madre è una fotografa ed è spesso all’estero per lavoro. La nostra protagonista si consola curando il giornalino scolastico e interagendo con i membri del giornale, del comitato studentesco e con i suoi compagni di scuola, vivendo giorno per giorno la sua vita e i suoi amori adolescenziali. A noi sembra la trama di Hallo Spank, ma senza Spank!

Quello che viene fuori dal sito ufficiale è che lo staff dello studio Ghibli non vedeva l’ora di mettersi a confronto con uno shojo manga (cioè un fumetto per ragazze), perché grazie a questo tipo di fumetti degli anni 80, gli uomini potevano capire quanto difficile fosse per una ragazza affermarsi a scuola e sul lavoro e soprattutto il nuovo film riprende un momento come gli anni 60, nel quale Tokyo era completamente diversa.
Siamo molto curiosi di vedere questo nuovo incontro fra la magia dello studio Ghibli e il mondo del fumetto per ragazze che era già avvenuto con Mimi wo Sumaseba (Se tendi le orecchie) e Omohide poroporo (piovono ricordi).
Intanto aspettiamo trepidanti il film di papà Miyazaki, che di questo Kokuriko scriverà la sceneggiatura.

La copertina del manga.

E inoltre il trailer di Mimi wo Sumaseba e Omoide poroporo, i primi film Ghibli tratti da un fumetto per ragazze.

Infine, il trailer di Arrietty che attendiamo in italiano:

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 6 )

  • Marco_brando

    Ma dai! Fantastico! Ma quindi… Gli shoyo manga stanno battendo tutti gli altri manga? Se uscirà in italiano lo vedrò. Magari anche sottotitolato.

  • gals

    Io ho visto solo la pricipessa Nomonoke, ma recupererò in dvd questo se lo fanno vedere anche da noi.

  • N&F_Selena_Nick

    Che bello un’ altro cartone giapponese del mio autore giapponese preferito, sn contentissima perchè io ho visto tutti i suoi cartoni e anche quelli del figlio e sono BELLISSIMI!!!!!!!! :D
    KISS KISS =)

  • Daken

    Terramare è l’anime dello studio Ghibli che mi è piaciuto di meno. Speriamo che questo sia bello. xò mi aspetto poco da Goro Miyazaki avrei preferito Hayao alla regia.

  • Libertina

    Le mew mew *_* colonna della mia infanzia… anche se quando uscirono per la prima volta ripensai a Sailor Moon e gridai al plagio xD

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: