Star

Storie di Fan: Maybe – Cap. 14

Capitolo 14

Sono passati quattro giorni, quattro giorni da quando è finito tutto. Non ci crede ancora, -come ho fatto a non accorgersene prima?- si domanda. Quattro giorni lunghissimi, infiniti, noiosi. Possono quattro giorni cancellare il ricordo di tre mesi? La verità è che pensava che più o meno lui si potesse sentire in colpa e almeno farsi sentire, ci sperava.

E invece adesso è quì ad ascoltare musica, ancora più deprimente di quella che ascolta di solito, e piove. Lei ha sempre adorato la pioggia, invece questa volta la odia, non le piace più, che porti più ricordi di quanto pensasse? Adesso ogni singola cosa, ogni singolo fatto, ogni singola parola le ricorda lui. Si sente terribilmente idiota, stupida e anche in colpa. Se non l’avesse fatto partire? Se fosse rimasto lì con lei? Magari adesso sarebbe tutto ancora così perfetto.
In teoria la pioggia porta via tutto, bagna, cancella, ma a lei fa esattamente l’effetto contrario le fa ricordare ancora meglio.
E mentre la radio trasmette Wish You Were Here di Avril Lavigne
“But right now I wish you were here
All those crazy things we did
Didn’t think about it, just went with it”
qualcuno suona alla porta.
Lei va in ansia, il suo cervello corre troppo velocemente per pensare cose sensate e l’unica frase fissa che ripete è -fa che sia lui! Ti prego, ti prego-. Così corre giù per le scale, controlla di essere presentabile nello specchio all’entrata, trattiene il respiro e apre la porta.
Eccola lì, la sua migliore amica, in piedi, fradicia, in mezzo alla pioggia con le lacrime agli occhi
E’ bella, anzi stupenda, anche tutta bagnata con il trucco che le cola e i capelli arruffati.
– Denise oh mio Dio, che hai fatto?- le chiede lei preoccupata.
Lei entra e accenna un sorriso, poi le risponde – Jeje hai per caso qualche cosa di asciutto da prestarmi, sono tutta bagnata? Dopo ti spiego…-
Così dopo averle prestato una maglietta e un paio di pantaloncini, si siedono sul divano e iniziano a chiaccherare.
– Dimmi allora, cosa hai fatto?-
Gli occhi dell’amica ricominciano a diventare lucidi, con una voce singhiozzante risponde -Io lo sapevo, scusa, scusa. Non pensavo finisse così, credevo…A dire la verità non so cosa credevo di preciso. Ma ti giuro che avrei voluto dirtelo.-
– Non capisco, di cosa stai parlando?- e nel momento esatto in cui lo chiede, ha già capito la risposta, si sente improvvisamente tradita da tutti, vorrebbe scomparire, di nuovo.
– Di Andre…- balbetta Denise
– Sì sì ho capito! Come lo sapevi? Da quando?- iniziò a urlare lei senza accorgersene.
– Sì, Matteo è il cugino di Elisa, quindi lei lo ha raccontato a lui che poi lo ha detto a me. Da una settimana, giusti sette giorni credo. Ti giuro avrei voluto dirtelo, però eri così felice, così nel tuo mondo a cuoricini che mi dispiaceva e poi pensavo fosse una di quelle cottarelle estive che tornando qui gli sarebbe passata- anche l’amica urlava
– Ma non hai pensato che adesso è peggio? Perchè non me l’hai detto subito?- anche lei adesso aveva gli occhi lucidi.
– Ho cercato di fare la cosa giusta, te l’ho detto, pensavo non fosse una cosa seria-
– La cosa giusta?! La tua migliore amica copre il tuo ragazzo che sta con un’altra ragazza alle tue spalle, ma come ti è sembrata la cosa giusta?- lei aveva ricominciato a urlare.
– Ti giuro, avrei voluto dirtelo, ci ho provato, ma mi è mancato il coraggio di mandare tutto quello che ti faceva felice in pezzi-
– E’ andato in pezzi da solo, tu l’hai coperto e poi calpestato- non le diede il tempo di risponderle, poi aggiunse – La verità è che non ti importa niente di me-
-Lo so- si fermò un istante di parlare e guardò l’amica negli occhi -e mi sento tremendamente in colpa, pensi che avrei fatto un chilometro a piedi, mentre diluvia, per venire fino a casa tua a dirtelo di persona, se di te non me importasse niente?-
Lei si fermò a riflettere, sapeva che aveva sbagliato…
– Allora Jessica rispondimi!- Denise urlava, le urlava contro.
Lei sorrise, poi rispose – Non posso avercela a morte con più di una persona alla volta, con chi faccio piani folli, dopo?- e di slancio l’abbracciò.
– Mi sembra giusto- sorrise anche l’amica -Sono perdonata allora?-
– Solo a una condizione-
– Dimmi, sono disposta a tutto.-
– Mmmh, per il fatidico progetto, mi presti la tua maglia nuova?-
– Assicurato- l’amica rise -Sono perdonata adesso?-
– Ci puoi contare- le rispose ridendo Jessica -ma ti giuro che se lo fai ancora ti ammazzo- e l’abbracciò di nuovo.
-Pensa se finite in coppia per il fatidico progetto, ci sarebbe da ridere!- scherzò l’amica.
– Non farmelo nemmeno pesare, non posso avere così tanta sfiga?! Spero finisca con Elisa, così almeno è contento- le rispose enfatizzando con la voce il nome Elisa.
– e poi per sbaglio le buca una tetta e questa scoppia perchè è finta- le rispose ridendo.
– Io l’ho sempre detto che erano finte, ma solo tu mi credevi.- poi scoppiò a ridere di nuovo- mi mancavano le tue cazzate!-
– Anche a me, perchè le dico solo con te-
Lei tornò seria e poi chiese – Ma per te è bella?-
-Chi?- chiese a sua volta Denise non capendo.
– Di chi stiamo parlando?-
-Ahhhh- rise e si voltò seria a guardare Jessica -No, almeno non tanto, ma rientra però nei suoi soliti schemi perfetti-
– Troia, non si va con un ragazzo già impegnato- ribadì lei
– Perchè tu cosa hai fatto?-
– Nono era diverso- rispose Jessica andando sulla difensiva -si stavano per lasciare-
– Ah ok, allora sì che è diverso- disse scherzando l’amica.
– Vuoi rimanere a dormire qui stanotte?-
– Ma sei pazza? Domani è il primo giorno di scuola- rispose Denise sgranando gli occhi.
– Io ti conosco, hai già pronto tutto vero??-
– Si si, va bene, ma ci alziamo prima perchè dobbiamo preparaci in due.-
– Facciamo alle 3?- le chiese scherzando lei.
Denise le tirò un cuscino – Smettila!-
E il resto della giornata passò così, tra qualche chiacchera, risate, commenti su un po’ di tutto, risate, risate e ancora risate.

Prima di dormire Denise le chiese -Ci speri ancora vero?-
-Sì, in verità, da morire-

To Be Continued…

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 35 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: