Star

Storie di Fan: Maybe – Cap. 25

Capitolo 25

“Apertura file di word “ojwsgtjwlgjpewgjtejqgqogij”.
Inserire password: E se mi facessi bionda?
Apertura file in corso”

Caro diario, perchè è questo che sei, giusto o no? No, direi di no. Riniziamo.
Caro foglio di Word,…no a dire la verità nemmeno questo mi piace.
Caro ojwsgtjwlgjpewgjtejqgqogij,…oh ecco adesso sì l’inizio promette bene.
E’ tantissimo che non scrivo, lo so, ma non sempre trovo il tempo e oggi mi è venuta la voglia improvvisa di scrivere forse perchè la prima volta che l’ho fatto è stato esattamente un anno fa.
Esatto, è già passato un lungo anno. E’ tutto tremendamente diverso lo so, ma se devo ammetterlo mi piace.
Ricapitolando:
Io e Marco stiamo insieme da circa nove mesi. Tanti, vero? Lui è così perfetto che a volte mi chiedo perchè stia con una come me, lui dice che mi ama e questo mi basta. Abbiamo i nostri alti e bassi come in tutte le relazioni, litighiamo ogni tanto e siamo troppo testardi entrambi per chiederci scusa subito, ma alla fine facciamo sempre pace. E poi ci amiamo, sembriamo dei bambini che hanno scoperto un gioco nuovo, insomma cogliamo l’attimo e io ho sempre paura di rovinare tutto, sarà che spesso sono troppo istintiva e poi sbaglio, ma con lui sto bene e sono felicissima.
Ed è di questo mio caro Ojwsgt (vale come soprannome? Perchè non ho voglia di scrivere tutto il tuo nome.), che ho davvero paura, non di essere felice, ma di esserlo troppo perchè quando è così succede sempre qualcosa che rovina tutto.
Lo so, ci sono passata. E’ possibile che diventi ogni giorno più bello? A me sembra così e magari sono l’unica che se lo immagina. Io ho sempre le mie piccole fisse e penso che senza non sarei io, mentre lui ha le sue, come quella di fotografarmi sempre. E’ bravo, anzi di più e adesso ho più foto mie che di noi due insieme. Ultimamente si è messo in testa di voler partire e ha tirato fuori la famosa cartina che avevo tenuto io e sta studiando una meta per l’estate.

Lei, si si rimane sempre lei, è la mia migliore amica. Ci sono alti e bassi anche nell’amicizia, ci sono periodi dove stiamo bene senza cercarci e altri dove abbiamo bisogno l’una dell’altra. E’ bello sapere che c’è se ho bisogno di qualcuno e viceversa. E le voglio bene, ma non sono quella che lo ripete ogni cinque secondi. Litighiamo ogni tanto e poi ci perdoniamo, è anche questa amicizia, no? Adesso nonostante stia, ancora, con Matteo è periodicamente in fissa con questo ragazzo, Lorenzo (Quello conosciuto a novembre!), che fra qualche giorno dovrebbe venire a trovarla ed è felicissima, pensa che conta persino i giorni sul calendario!

Sono passate un bel po’ di feste, il mio comple-Natale. Eh si, sto diventando proprio vecchia! No, dai seriamente, 17 anni! Sono stata contenta, l’ho passato con le persone a cui voglio più bene in assoluto e ho ricevuto anche dei bei regali. Capodanno con l’immancabile festa che annualmente da circa 10 anni si fa a casa della Gloria. Poi vediamo che altre feste ci sono…Pasqua? No dai lasciamo perdere!
Andrea, ne parlo solo perchè è grazie a lui, più o meno, che ho capito che mi piace scrivere, solo per quello. Non perchè, come sostiene Denise, forse in fondo, sotto sotto, ma davvero molto sotto, ci sia ancora qualcosa.
Da quando ci siamo conosciuti, ma conosciuti veramente, quella specie di amicizia che è nata ha subito grandi scossoni e sono successe un sacco di cose che ci hanno cambiato, siamo cambiati entrambi. Lui a volte dice che vorrebbe che provassimo a ripartire da zero, ma lo sa che io non ce la faccio, non ci riesco proprio, i ricordi sono l’unica cosa che resta per sempre! E solo per aggiungere qualcosa sta ancora con quella vipera, l’Elisa o Eli come la chiama Marco. Tra me e lei le cose sono rimaste uguali, se evitiamo di parlarci stiamo meglio.
Adesso è tardi, ho scritto abbastanza ed è già ora di uscire quindi mentre io e Marco passeremo il pomeriggio al cinema, Denise si sta preparando al fatidico incontro con il tipo alla Elvis (la somiglianza è tantissima).
Baci, Jess J

– Jess, ma che cavolo, sei pronta?- le chiese lui dal citofono -Dai che il film inizia!-
– Marco arrivo, sono pronta!- rispose lei -sto scendendo le scale-
Lei aprì la porta, lo vide e dopo un bacio leggero salirono tutti e due in macchina.
– Cosa andiamo a vedere?- chiese lei curiosa.
– Uno della serie: Fast and furios!- le rispose lui sorridendo.
– Che figataaaa-
– E dopo ho una sorpresa-
– Per me?- chiese stupita lei con un gran sorriso.
– In un certo senso, per noi!-
– Dimmi, dimmi, dimmi- esplose lei cercando di farlo parlare.
– No, dopo- lui ormai ci era abituato.
– Un indizio?- tentò di nuovo lei.
– No!-
Allora gli prese il portafoglio e iniziò a cercare qualcosa, ma dentro c’erano solo tante carte di quelle che si usano nei negozi, una trentina di euro e una sua foto.
– Cosa te ne fai di una mia foto nel portafoglio?- chiese stupita lei.
– Ah ecco dove l’avevo messa, è quella nuova, te l’ho fatta l’altro giorno, tienila!- le disse ricordandosene.
– Ormai ci posso riempire un album con tutte queste foto!- scherzò lei.
– Jess siamo arrivati-
Dopo pochi minuti che comprendevano la sosta a prendere i biglietti e i popcorn al cioccolato, erano seduti in una delle ultime file, aspettando impazienti l’inizio del film. Quando loro andavano al cinema erano concentrati sul film, guai a chiunque li distraesse, lei odiava quelle coppiette che venivano al cinema solo per baciarsi, che senso aveva?

– Lorenzoooo- Denise gli corse incontro contentissima di vederlo.
– Denn, da quanto tempo- anche lui sembrava felice di vederla.
– Eh sì, allora cosa ne dici ce ne andiamo a fare un giro?- chiese lei eccitata.
– Sisi dai andiamo che ti devo chiedere una cosa!- annuì sorridendo lui.
– Mi devo preoccupare?- domandò Denise preoccupata.
– No, vai tranquilla…-

All’uscita della sala incontrarono un amico di Marco e si fermarono a parlare.
– Ciao Filippo- lo salutò lui.
– Ehy Marco, anche tu hai visto Fast and Furios?- gli chiese l’amico.
– Sì, cosa ne pensi? Meglio questo o i primi?-
– A me è piaciuto.- poi voltandosi verso di lei chiese sgranando gli occhi -E tu sei?-
– Jessica- si presentò lei sorridendo.
– Ah quindi sei tu, la famosa Jessica- Filippo la squadrò un attimo poi continuò a parlare rivolgendosi questa volta all’amico -Mi avevi detto che era una bella ragazza, ma non pensavo così carina-
Lei arrossì di colpo, Marco sorrise -Dobbiamo proprio andare, ci si vede- lo salutò lui.
– Ciao Filippo-
– Ciao ragazzi!-
– Allora, adesso posso sapere la sorpresa?- chiese lei quando erano già seduti in macchina.
– Ok- rispose lui abbozzando un sorriso, poi prese una busta e gliela consegnò -Su aprila!-
Lei non se lo fece ripetere due volte, due secondi dopo ne estraeva due biglietti e un piccolo foglio.
Sul foglio c’era scritto: – Io – Te – Destinazione: Parigi! Ti amo-
Oddio non ci poteva credere!! Il suo cervello pensava solo “Due biglietti Parigi”.
– Ahhhhhhhhhhhhhhhhh- urlò- Marco, ma è fantastico!- abbracciandolo.
– Lo so- disse lui.
– Insieme io e te! Oddio non ci credo, sto sognando? Dammi un pizzicotto così mi sveglio!- lei non smetteva di urlare.
– Io preferisco fare così- lui la avvicinò a sé e la baciò.
– Dove andiamo adesso?- gli chiese lei tra un bacio e l’altro.
– Dove vuoi…Da me o da te?- rispose lui.
– Come vuoi tu!-
– Allora andiamo da te, è più vicino!-
– Ci sono i miei, ti tocca un po’ di interrogatorio- lo preparò lei.
– Amen, farò il bravo ragazzo per un po’…- concluse lui, attirandola a sé e baciandola di nuovo.

– Allora Den…Ehmm…senti- iniziò il discorso Lorenzo.
– Dimmi- lo incitò lei.
– no perchè…insomma…è da quando ci siamo conosciuti che te lo voglio chiedere…- continuò.
– ………-
Lui prese fiato, poi disse -Sai la tua amica, Jessica si chiama no? Emhh è molto carina e anche simpatica, mi piacerebbe conoscerla meglio. Ha già il ragazzo? Credi che le possa piacere io?-
Lei non sapeva cosa dire, si era praticamente innamorata di un ragazzo che aveva passato del tempo con lei solo per arrivare alla sua migliore amica.

– Sorpresa- urlò Elisa coprendo con le mani gli occhi ad Andrea.
– Mmhhh bella o brutta?- chiese lui sorridendo.
– Bella bella- ripete lei sventolandogli una busta davanti agli occhi.
– Su aprila!- gli disse lei eccitata.
Lui con cura la aprì, due biglietti?!
– Due biglietti per Londra?- chiese interrogativo lui.
– sì, uno per me e uno per te, scemo- Gli disse lei.
– Wow, grazie che bella sorpresa…- ammise lui poco convinto poi continuò -Domani sera non possiamo vederci, devo andare ad una festa-
– Beh che problema c’è, vengo con te!- disse lei sorridendo e avvicinandosi per baciarlo.
– E’ solo per ragazzi- rispose lui
– Vorrà dire che oggi sei mio!-

To Be Continued…

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 27 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: