Star

Storie di Fan: Screaming – Cap. 4

-Capitolo 4-

La luce del sole mi fece aprire gli occhi. Dopo aver sbadigliato mi alzai. Appoggiati i piedi sul pavimento freddo cominciai a barcollare. Strinsi forte la spalliera del letto mentre il mio stomaco brontolava.
-Devo distrarmi- pensavo -devo…dimenticare la fame-
Facevo sempre così di solito: quando la fame cercava di buttarmi giù, io distoglievo l’attenzione da questa.
Solitamente, dato che la mia vita era davvero piena, riuscivo facilmente nel mio intento. Ma ora in quelle quattro mura come avrei fatto?
Mi guardai velocemente intorno e vidi una ragazza. Aveva i capelli ricci nero corvino e gli occhi color verde smeraldo. Il suo abbigliamento rock faceva trapelare un fisico magro e gracile, quasi anoressico.
Subito mi avvicinai a lei e le parlai.
-Spero di non avervi disturbato questa notte! E’ solo…che non voglio essere qui!-
-Neanche io…- esclamò risentita -ma per stanotte tranquilla…è stato un piacere ascoltarti. I tuoi acuti erano splendidi…sai che canti bene?-
Io la fissai stupefatta. Mi avevano detto tante cose, che ero stonata, che ero grassa, che ero orrenda ma mai che sapevo cantare. Le persone di solito non fanno mai complimenti, credono che siano sottintesi e invece non è così.

Non sanno che una ragazza ha bisogno di sentirsi dire che è bella? Che è speciale ed unica? Queste non sono frasi che deve pronunciare il ragazzo di turno, quando pronuncia affermazioni in cui non crede nemmeno lui…no devono essere pronunciate da tutti: genitori, amici, sorelle.
E davanti alla spontaneità di quella ragazza io mi sentii felice. Era un’estranea: non mi conosceva e non aveva alcuna intenzione di consolarmi, quindi aveva detto quelle cose perché le pensava!
Dopo la sorpresa sorse in me la voglia di mostrarle che aveva ragione e così esclamai
-Davvero?? Ti ringrazio! E quello non era niente-
Mi preparai allora con una posa un po’ teatrale, decisa a stupirla con uno dei miei acuti.
Aprii la bocca e sforzai le corde vocali. Chiusi gli occhi in attesa che il suono uscisse, ma niente.
Non mi diedi per vinta e ci riprovai. Questa volta però dalla mia bocca uscì un suono strozzato.
Questo terribile rumore mi riempì le orecchie e mi distrusse il cuore.

La mia voce, la mia meravigliosa voce, l’unica cosa che amavo di me…se ne era andata.
Tutti i vomiti indotti mi avevano rovinato, alla fine.
Le lacrime defluirono dai miei occhi color nocciola e mi lasciai cadere a terra con la testa tra le mani.
-Da quando non mangi?- mi chiese la voce nella mia testa.
Cercai di fare mente locale: era venerdì ed io non mangiavo dalla domenica.
-Quando è stata l’ultima volta che hai vomitato?-
Abbassai lo sguardo colpevole e sussurrai la risposta: -Questa notte-
Quella sera stessa, presa dal senso di colpa per aver mangiato i tre morsi di pollo e dalla tristezza di essere stata chiusa in quello squallido centro, ero corsa in bagno con le mani tremanti. Mi ero guardata allo specchio e mi ero sentita oppressa dalla disperazione, così avevo cercato un rasoio, una lima, qualcosa di tagliente…ma non avevo trovato nulla.
Allora avevo pensato alla mia arma migliore. Avevo infilato le dita in gola e avevo cominciato a tossire convulsamente. In pochi attimi il lavabo era stato sporcato dal vomito misto al sangue.
Ormai quella situazione non mi spaventava più come la prima volta, ci ero abituata.
Adesso avevo capito, avevo un problema e avevo bisogno d’aiuto. Lì probabilmente avrei trovato il soccorso necessario.

Mia madre aprì la porta. Quando la vidi davanti a me mi apparì come un’ancora di salvezza. La abbracciai forte e le sussurrai all’orecchio:
-Sono pronta…ti racconterò tutto…voglio stare meglio!-

Una delle cose più difficili da capire è stata che mi merito di guarire.

To Be Continued…

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 3 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: