Star

One Direction – Five Lives: il #1DayWith1D di Elena

One Direction Five Lives

“One Direction: Five Lives” è la nuova biografia della band dei record, che ti racconterà tutto sulle vite di Harry Styles, Niall Horan, Liam Payne, Zayn Malik e Louis Tomlinson. Pubblicato da L’ippocampo, il volume arriverà in Italia a partire dal 4 aprile, ma noi di bambini.eu ti offriamo la possibilità di ricevere una copia in anteprima esclusiva grazie all’iniziativa #1DayWith1D, leggi il racconto di Elena:

Al solo pensiero di incontrarvi sento che mi manca il respiro, non sono sdolcinata, non so neanche cosa vuol dire amore ma so che voglio abbracciarvi e dirvi grazie, perchè siete lontani ma vicini a me, quando sono felice, triste, depressa, arrabbiata, stressata, sempre.
E’ sempre stato il mio desidero ma non si avvererà mai, e perchè? Ci sono milioni di ragazze che hanno il mio stesso sogno, perchè mai dovrebbe accadere a me?! Una ragazza goffa e spettinata…e invece, ecco che tutto è cambiato.

Era un sabato, e ovviamente come ogni sabato che si rispetti la sveglia ha suonato alle 6.30 della mattina. Ho spento la sveglia con la voglia di romperla e sono andata a fare colazione. Stesse cose che succedono ogni mattina, mi lavo la faccia, vado a fare colazione, mi vesto, lavo i denti e dritta a prendere l’autobus.
Dopo una noiosissima giornata a scuola di 5 ore, tra cui 2 di matematica, finalmente era giunta l’ora di andare a casa. Non avevo neanche voglia di uscire, ero così stanca, che più non si potrebbe. Arrivo a casa, in men che non si dica butto giù i vestiti e subito sotto le coperte, il che è alquanto strano visto che siamo a metà marzo, e ci sono 22 gradi, ma sono una ragazza che soffre il freddo a quanto pare.
Mi addormento per un paio di orette, sento poi il telefono squillare ma non ho voglia di alzarmi per andarlo a prendere, sono troppo stanca. Suona una seconda, terza volta ma niente, io sono mezza morta. Dopo circa 40 minuti mi alzo, solo per il bisogno di andare in bagno e prima di rimettermi a letto mi ricordo di guardare le chiamate perse, e vedo che è una mia cara amica. La chiamo e mi dice: “Non indovinerai mai chi ho visto in centro, gli One direction! All’inizio non capivo, c’erano così tante persone davanti che non si poteva respirare, urlavano soltanto. Pensavo che fossero tutti in Inghilterra, anche perchè dovrebbero provare per il Where We Are Tour, e invece erano qua.”
Io sono saltata giù dal letto, ho preso i jeans precedentemente buttati a terra e ho messo sopra il pigiama una giacca qualsiasi, senza neanche guardarmi allo specchio sono uscita di casa, senza neanche una meta. Lei parlava, ma il mio cuore batteva troppo forte. Poi le ho chiesto “Oddio non ci credo, dove sei? Arrivo subito!” e lei mi dice “Non ci sono più, ti ho chiamato ma tu niente, troppo tardi.”

Ho sentito il mio cuore come…fermato, non ci potevo credere, al diavolo la stanchezza, il sonno, avevo una rabbia dentro me come mai nella mia vita, avevo una possibilità su un milione di incontrarli ed ecco, la solita che non ne fa mai una giusta. Ero furiosa, ho cominciato a camminare per le vie, che mi sembravano così lunghe, per ore intere e poi decisi che l’unica cosa da fare per tirarmi un po’ su era…provate ad indovinare? Il cioccolato.
Sono entrata nel primo supermercato che ho trovato e ho comprato due tavolette di cioccolato Milka, sono uscita e sono andata in un parco vicino. Erano ormai le otto di sera. C’erano due persone anziane vicino a me che parlavano e altre in lontananza, ma non si capiva chiaramente quante fossero, erano lontane. Subito anche queste due persone se ne andarono e rimasi sola. Rimasi lì ancora dieci minuti, poi quando decisi di alzarmi per andarmene a casa e piangere tutta la notte, mi alzai dalla panchina e subito dopo un ragazzo mi toccò la spalla e mi disse: è tua questa felpa?
Era Harry.
Io ero traumatizzata, avevo la bocca aperta, ma non usciva una parola, non provo neanche ad immaginare cosa avesse pensato, dissi un piccolo “sì”, che a stento io stessa riuscii a sentire, lui si avvicinò e appoggiò la sua grande mano sul mio viso, e sorridendo mi tolse la cioccolata dal lato del labbro, oltre che stupida avrà pensato che sono una golosa, cosa assolutamente vera. Mi disse altre cose, ma non mi ricordo niente, ero lì che lo stavo guardando e non ci credevo, poco dopo arrivarono anche loro: Niall, Louis, Zayn e Liam, avevo il cuore che mi batteva non a mille, all’infinito.
Eravamo lì, in un parco in mezzo al nulla, solo io con loro. Sfortunatamente loro sarebbero partiti subito, come sempre avevano tanti impegni. Scattammo un paio di foto, e dopo aver ricevuto un bacio sulla guancia da ognuno di loro arrivò una grande macchina nera a portarmeli. Avevo le lacrime agli occhi. Senza ombra di dubbio il giorno più bello della mia vita.

:arrow:Se vuoi mettere le mani su una delle dieci copie di “One Direction: Five Lives” in anteprima esclusiva per bambini.eu, partecipa anche tu come Elena all’iniziativa #1DayWith1D e clicca sulla pagina 2 per scoprire maggiori dettagli!

TESTI E TRADUZIONI © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su:
  • Google+

Commenti ( 18 )

Lascia un commento

Scrivendoci il tuo indirizzo e-mail potrai lasciare un commento al post
Per conoscere come saranno trattati i tuoi dati ti invitiamo a leggere l’informativa privacy pubblicata su questo sito.

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: